Questo sito utilizza i cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Navigando su questo sito inoltre vengono scritti e/o letti sul tuo browser anche cookies gestiti da altri siti. Chiudendo questa notifica o interagendo con questo sito acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.
servizi_1x1_29.png

PER AFFITTARE E/O VENDERE UN IMMOBILE RESIDENZIALE OGGI OCCORRE REDIGERE ANCHE

APE


Il decreto legge 63/2013 ha introdotto l'Attestato di Prestazione Energetica (APE) in sostituzione dell'Attestato di Certificazione Energetica (ACE). Entrambi gli attestati identificano il consumo annuale di energia di un edificio fornendo un'informazione immediata al cittadino relativamente all'aspetto energetico di un'abitazione. Con l'introduzione dell'Ape sugli immobili, si è voluto dare una classificazione non solo come contesto energetico anche come qualità di materiali impiegati.

Un'immobile di nuova costruzione ha nuove caratteristiche:

·INFISSI ESTERNI dovranno essere a taglio termico;

·MURA PERIMETRALI attualmente sono due le tecniche di costruzioni quelle più usate, a Cappotto Termico e/o mura il cui spessore più elevato da 35 Cm;

· Pannelli fotovoltaici.

I tre punti di cui sopra sono sinonimi di qualità dell'immobile edificato, allo stesso tempo avrà una certificazione a dir poco una “B”, per tale è un immobile di degno rispetto.

Se un'immobile ha una classificazione energetica tra la “A” e la “B”, il prezzo di acquisto sarà decisamente più alto, il senso inverso se arriva ad una “G” sarà più economico.

Quanto costa?

Il costo di un certificato, come per altri servizi professionali, non è soggetto a tariffazione minima decisa dagli Ordini o dagli Enti. Il prezzo di una certificazione energetica per un appartamento varia in media tra i 150 Euro ed i 200 Euro a seconda della città e delle caratteristiche dell'unità immobiliare. Più alto è il costo per immobili diversi dagli appartamenti come ville, case a schiera, negozi, uffici, etc.

consigli per ottenere un buon servizio (ed evitare truffe) ad un costo onesto sono:

Chiedere più preventivi valutando l'affidabilità del certificatore Assicurarsi che nel preventivo siano compresi IVA, costi di spedizione, spese ed altri costi aggiuntivi Diffidare da prezzi eccessivamente bassi Diffidare da coloro che non effettuano il sopralluogo obbligatorio Diffidare di intermediari che propongono un proprio tecnico ad un prezzo eccessivo

Se hai bisogno di un APE puoi contattarci direttamente. La nostra offerta è limpida, semplice e senza sorprese: abbiamo un metodo standardizzato, senza intermediari che ci permette di offrire un servizio completo, efficace ed economico.

Perchè fare il certificato energetico?

L'APE è, come detto precedentemente, obbligatorio per legge. Le sue principali finalità sono:

1.Strumento per valutare la convenienza economica dell'acquisto e della locazione di un immobile in relazione ai consumi energetici

2.Strumento per consigliare degli interventi di riqualificazione energetica efficaci

Nonostante, per le costruzioni esistenti possa sembrare una mera pratica burocratica, l' APE è un documento che comporterà notevoli vantaggi nei prossimi anni. In particolare ci sarà:

Aumento del valore di un immobile con consumi energetici bassi al momento della vendita o dell'affitto. Risparmio sulla bolletta e maggior comfort di una casa realizzata con i dettami dell' edilizia ad alto risparmio energetico. Incentivazione alla costruzione di edifici ad alto rendimento energetico e ristrutturazioni energetiche con evidenti miglioramenti del livello di inquinamento da anidride carbonica CO2.

Differenza tra APE (attestato di prestazione energetica) e AQE (attestato di qualificazione energetica)

Una prima importante differenza sta nel soggetto che redige il documento: L' AQE può essere redatto dal progettista o dal direttore dei lavori, quindi da un tecnico abilitato che ha già avuto un ruolo nei lavori. Viene rilasciato dal costruttore e consegnato al comune insieme alle documentazioni per il rilascio della dichiarazione di fine lavori. L' APE invece va redatto da un Certificatore Abilitato ed indipendente.

Seconda differenza sta nel fatto che nell'AQE non è specificata la classe energetica dell'edifico. E' un documento che secondo il d.lgs. 311/06 doveva sostituire temporaneamente l' APE, in attesa che le regioni emettessero i decreti attuativi specifici.

In generale oggi l' AQE è un documento meno utilizzato del passato, viene richiesto solamente in fase di "fine lavori" dal direttore dei lavori.

APE e firma digitale

L'attestato può essere firmato dal tecnico anche con la firma digitale, alcune Regioni utilizzano esclusivamente questo metodo per ricevere gli APE nel loro catasto energetico. La firma digitale ha completa validità legale e può sostituire la copia cartacea.

www.agenziabelardo.it  

info@agenziabelardo.it 

Telefono Ufficio 081/8918308